AIAB Umbria AIAB UMBRIA associazione italiana per l’agricoltura biologica

Menu header:

Home  |  Contatti

Sei in :   Home  /  Foto  /  Io raccolgo, io trasformo, io conosco

Riconoscere le erbe spontanee

Riconoscere le erbe spontanee

Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
 

Altre foto

  • Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

  • Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

    Riconoscere le ere spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.
     

  • Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Aagriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.

    Riconoscere le erbe spontanee

    Domenica 25 aprile, Agriturismo Ca’ Mazzetto (Valfabbrica).

    Una mattinata dedicata al riconoscimento delle erbe spontanee in compagnia di Adolfo Rosati, agronomo, ricercatore presso il Centro di Ricerca per l’olivicoltura di Spoleto. È autore di numerosi articoli sull’utilizzo alimentare delle erbe spontanee, alcuni dei quali raccolti in una guida intitolata “Riconoscere e cucinare le buone erbe”, pubblicata nel 2009 da Edizioni L’Informatore Agrario.

    Un’attività volta a scoprire le tante varietà di erbe che abbiamo nella nostra regione: ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.

Copyright 2017 AIAB UMBRIA

Via delle Caravelle, 8/A - 06127 Perugia

P. I. 02754690549

Menu footer:

Contatti  |  Diventa socio  |  Chi siamo